Dolomiti Digital Camp – Due settimane al Ex-Villaggio Eni di Borca di Cadore

[vc_row type=”in_container” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″][vc_column_text]Una settimana tra arte, digitale e i paesaggi straordinari delle dolomiti.

Grazie alle attività artistiche e culturali organizzate da Progetto Borca, Dolomiti Contemporanee in collaborazione con Minoter, gli spazi del Ex Villaggio Eni riprendono vita e diventano sede di progettazione artistica, scenografia per progetti teatrali, sede di conferenze e da quest’anno anche di laboratori digitali. I nostri Digital Summer Camp durante le due settimane centrali di agosto si sono trasferiti ai piedi dell’Antelao e hanno dato vita alla prima edizione dei Dolomiti Digital Camp.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”in_container” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″][vc_column_text]

Prima settimana: 8-12 agosto

Tre sono i laboratori proposti ai coraggiosi partecipanti che nel giro di una settimana si sono trasformati in esploratori, artisti, programmatori e makers!
Divisi in squadre e muniti di dispositivi gps i nostri  Indiana Jones si sono inoltrati nel bosco alla ricerca dei tesori che noi avevamo nascosto per loro. Il geocaching ha permesso ai ragazzi e di scoprire la magia del luogo che li ospitava, di conoscere i compagni di avventura e in un certo senso ci ha aiutati a rompere il ghiaccio.
Seconda tappa del viaggio ha previsto l’utilizzo della stampa 3d e l’apprendimento della programmazione. Guidati dal team di Paco Design, i ragazzi hanno sperimentato il metodo del Design Thinking che li ha aiutati a progettare e a creare oggetti con la stampa 3d per poi animarli con l’aiuto di scratch, makey makey e little bits.  Infine, grazie alla collaborazione con l’artista Marta Allegri, i nostri avventurieri sono diventati artisti del paesaggio e si sono lasciati ispirare dalla natura nella creazione di sculture e motivi geometrici.[/vc_column_text][vc_gallery type=”image_grid” images=”12074,12075,12076,12077,12078,12079,12080,12081,12082,12083,12084,12085,12086,12087,12088,12089,12090,12091,12092,12093,12094,12095,12096,12097,12098,12099,12100,12101,12102,12103,12104,12105″ layout=”4″ gallery_style=”1″][/vc_column][/vc_row][vc_row type=”in_container” scene_position=”center” text_color=”dark” text_align=”left”][vc_column column_padding=”no-extra-padding” column_padding_position=”all” background_color_opacity=”1″ background_hover_color_opacity=”1″ width=”1/1″][vc_column_text]

Seconda settimana: 15-20 agosto

Nuova settimana, nuovi esploratori, ma l’inizio è rimasto lo stesso. Visto il successo della prima settimana non potevano non proporre anche alla seconda squadra la bellissima avventura del Geocaching, perfetto per esplorare il posto e conoscere i nuovi compagni di viaggio.

Stampa digitale e coding sono stati affiancati all’apprendimento della stampa manuale e il design di oggetti a partire da materiali riciclati. Assieme a Giuseppe Vigolo, docente dell’Accademia di Belle Arti di Verona, i ragazzi hanno scoperto come creare una matrice di stampa, come inchiostrarla e come stampare manualmente utilizzando una pressa a rullo. Anna Poletti invece ha invece accompagnato i ragazzi nel mondo del re-design. A partire da materiali trovati nel bosco di Borca di Cadore i nostri giovani designer hanno dato libero sfogo alla creatività e fantasia![/vc_column_text][vc_gallery type=”image_grid” images=”12149,12150,12151,12152,12153,12154,12155,12156,12157,12158,12159,12160,12161,12162,12163,12164,12165,12166,12167,12168,12169″ layout=”4″ gallery_style=”1″][/vc_column][/vc_row]