FASE DI ANALISI


CONCETTI CHIAVE

Ascoltare, analizzare, e rendere parlanti i dati.
Attività di benchmarking, di ascolto della rete, analisi dei trend di mercato. Studiare il posizionamento di un brand, il contesto, i competitor, i target.

 

BENCHMARKING

Identificare e comprendere le strategie, best practices e i fattori critici di successo delle campagne di comunicazione di altri brand è fonte di ispirazione e base concreta per il processo creativo che si innesca per rispondere a specifiche richieste di un’azienda (brief). Fissati alcuni indicatori specifici (KPI – Key Performance Indicators), poter attingere a un vocabolario visivo e ad un ventaglio di soluzioni messe in atto sia da brand di settore (benchmarking competitivo) che da aziende di altri ambiti (benchmarking esteso) è parte integrante della fase di analisi, che precede l’ideazione di nuove proposte per il cliente.

ASCOLTO DELLA RETE

Per la creazione di una strategia di contenuto, è importante affiancare alle attività di benchmarking, lo studio della reputazione del brand. “Ascoltare la rete” vuol dire comprendere quale sia la percezione del brand su cui si lavora analizzando commenti, articoli, post, tweet e altri contenuti condivisi dagli utenti relativamente all’azienda stessa e, ad esempio, relativamente ai suoi servizi e prodotti o al customer care. Individuare i luoghi di discussione più importanti per il brand scansionando la rete con i tool a disposizione, ascoltare e monitorare le conversazioni è fonte di informazioni molto preziose per il team che si riunirà nella fase di brainstorming e generazione delle idee.

FASE DI IDEAZIONE


CONCETTI CHIAVE

Generare, progettare, presentare idee
Concepting: le regole, i partecipanti, le tecniche di brainstorming
La scrittura delle idee: identificare references, naming, copywriting
La scelta dei media e dei canali digitali

 

BRAINSTORMING

A partire dalle informazioni chiave messe in luce nella fase di analisi (insight), il team creativo si riunisce per elaborare il cuore dell’idea da proporre al cliente (concept). Esistono varie tecniche di brainstorming, che passano tutte attraverso una prima fase cosiddetta “divergente”, in cui raccogliere il più possibile spunti per libere associazioni di idee e una fase “convergente” in cui la rosa delle idee si restringe e viene sviluppata ulteriormente secondo diverse possibili vie di prototipazione rapida, fino all’individuazione di un concept in grado di soddisfare tutti gli ambiti di applicazione richiesti dal cliente.

Sperimentiamo durante il master, attraverso varie sessioni di brainstorming guidate da professionisti, tutti gli aspetti che concorrono al successo di questa attività: l’eterogeneità del gruppo, l’allestimento di uno spazio adatto, le regole (nessuna critica alle idee degli altri, benvenuti tutti i capovolgimenti di idea, la quantità prima di tutto, associare e migliorare le idee), la durata, la registrazione e organizzazione delle idee emerse per categorie…

CONCEPT

Il concept è la proposta progettuale che definisce gli elementi fondamentali di un progetto e fornisce sia linee guida per la successiva fase esecutiva che suggestioni sul tono di voce e mood che ci si propone di adottare.
È utile corredare questa proposta di references che possano dare una suggestione al cliente e lo aiutino a visualizzare le sorgenti creative e le potenzialità del progetto. Nel concept spesso è già inserito uno scenario di sviluppo dell’idea in alcuni media sia grafico ad esempio con la proposta di moodboard, sia verbale con la proposta di alcuni testi, come pay off, o esempi di testi di accompagnamento, frutto dell’esperienza del copywriter.

FASE DI SVILUPPO


CONCETTI CHIAVE

Sviluppare, organizzare, realizzare il progetto
Content e video strategy: il sito, il piano editoriale, i contenuti visivi, contest, eventi
Scrittura: soggetto, sceneggiatura, storyboarding
La documentazione interna
Le linee guida editoriali e dell’immagine coordinata

 

SVILUPPO DEL PROGETTO

Quando un’idea di progetto è stata approvata, viene dettagliata la strategia della fase esecutiva sui diversi media, in modo integrato.
Questo richiede di sviluppare la capacità di concepire un contenuto tanto visivo quanto testuale e declinabile in brevi testi, in video, in immagini significative che ispirino, ma anche nel dettaglio informativo necessario a un servizio di customer care, ad esempio.
Organizzare il pensiero in modo narrativo, conoscere a fondo la struttura delle storie e come queste attivano il coinvolgimento degli utenti a cui sono destinati è la chiave per costruire contenuti significativi, gli unici in grado di emergere nella massa di informazioni a cui siamo continuamente esposti.

In questa fase del master, i partecipanti imparano a costruire lo storyboard di un video a organizzare le idee in modo narrativo, scrivono soggetti e sceneggiature; lavorano per sviluppare la capacità di scrivere testi per il web che siano efficaci per chi legge, ma che rispondano anche alle esigenze di ottimizzazione SEO, per garantire la migliore visibilità dei contenuti sui motori di ricerca; imparano a costruire un piano editoriale coerente dal punto di vista dei contenuti testuali e grafici, che interpreti al meglio la destinazione d’uso dei diversi canali di comunicazione scelti.

CONTATTI

Indirizzo:
Via Sile, 39 – 31056 Roncade
Treviso, Italy
Tel. +39.0422.789611
eMail master@h-farm.com